Prendete la pillola contraccettiva contro il COVID-19, dice un dottore alla TV britannica

 

 

In un’apparizione sulla trasmissione televisiva britannica Good morning Britain, il dottor Amir Khan ha suggerito che le persone di sesso maschile potrebbero proteggersi dal coronavirus assumendo una pillola contraccettiva. Lo riporta il Daily Star.

 

Parlando ai conduttori di ITV Kate Garraway e Ben Shephard, egli ha affermato che gli estrogeni contenuti nella pillola possono contribuire a rallentare gli effetti del COVID-19.

 

Sulla trasmissione televisiva britannica Good morning Britain, il dottor Amir Khan ha suggerito che le persone di sesso maschile potrebbero proteggersi dal coronavirus assumendo una pillola contraccettiva

«Nella mia esperienza, ho osservato che i pazienti maschi sono quelli che tendono a presentare i sintomi peggiori del coronavirus. L’idea è che in particolare gli estrogeni possono svolgere una funzione protettiva. Essi potenziano il sistema immunitario, così che questo reagisce più rapidamente al virus quando si presenta e si riceve un responso meno grave» fa detto il  dottor Khan.

 

Il dottore ha poi aggiunto: «Per cui sì, la pillola contraccettiva  può svolgere una funzione protettiva in termini di potenziamento immunitario e di protezione da segni e sintomi del COVID-19».

 

La conduttrice Kate Garraway ha quindi posto una domanda:

 

La questione di un eventuale effetto degli estrogeni che proteggerebbero dal COVID è stata ipotizzata ma, come tutta la scienza riguardante il coronavirus, mai comprovata.

«Bisogna svolgere più ricerca a riguardo? Perché la gente potrebbe pensare “Bene, vado a comprarmi una pillola. Metto a rischio i miei pettorali [cioè provocando una ginecomastia, ossia la comparsa di mammelle pronunciate anche negli uomini, ndt] ed inizio a somministrarmi la pillola contraccettiva”. Le persone avranno questa reazione istintiva, no?».

 

Il dottore allora ha messo in guardia: «Potrebbe essere così, tutti gli ormoni hanno effetti collaterali, ci sono rischi associati ad essi: tumori estrogeno-dipendenti, cancro al seno…per cui ci dev’essere un equilibrio. Di certo non vorremmo che le persone iniziassero a prendere pillole di estrogeni o pillole ormonali perché ciò potrebbe avere conseguenze. Si tratta di trovare un equilibrio. Di certo non raccomanderemmo a tutti gli uomini di assumere una pillola ormonale».

 

La questione di un eventuale effetto degli estrogeni che proteggerebbero dal COVID è stata ipotizzata ma, come tutta la scienza riguardante il coronavirus, mai comprovata.

L’idea che una donna debba sterilizzarsi per tramite di ormoni sintetici per proteggersi dal COVID-19 è un vero bingo per la Necrocultura: terrore pandemico e contraccezione in un unico colpo. Bellissimo

 

In altre occasioni vari ricercatori hanno parlato di possibili effetti benefici anti-SARS-nCoV-2 che sortirebbero gli steroidi (la pillola anticoncezionale è uno steroide), ma le opinioni anche qui sono confliggenti, con alcune segnalazioni di effetto totalmente opposto.

 

Certo, l’idea che una donna debba sterilizzarsi per mezzo di ormoni sintetici per proteggersi dal COVID-19 è un vero bingo per la Necrocultura: terrore pandemico e contraccezione in un unico colpo. Bellissimo.

 

 

Luca Dombrè