Pillola abortiva, conseguenze mortali: in GB trapelano sconvolgenti email

 

 

 

 

Un e-mail trapelata ai media mostra che le autorità sanitarie britanniche sono a conoscenza di ben 2 morti di madri legate alle pillole abortive fai-da-te. Due donne in Inghilterra sono morte dopo aver assunto pillole abortive inviate per posta, secondo un’e-mail trapelata da un’ostetrica capo del NHS, il servizio sanitario nazionale britannico. Lo riporta Lifesitenews

 

L’e-mail emerge ora nel momento di una revisione giudiziaria delle norme del governo sul coronavirus che autorizzano le donne in Inghilterra a uccidere i loro figli prematuri a casa utilizzando entrambe le pillole per un aborto chimico precoce.

Oltre alle madri morte, l’e-mail dice che più donne sono state ricoverate in ospedale con gravi complicazioni di salute dopo aver preso le pillole e che la polizia sta indagando su tre incidenti relativi alle pillole abortive inviate per posta, incluso un bambino sospettato di essere stato ucciso dopo essere nato vivo

 

Oltre alle madri morte, l’e-mail dice che più donne sono state ricoverate in ospedale con gravi complicazioni di salute dopo aver preso le pillole e che la polizia sta indagando su tre incidenti relativi alle pillole abortive inviate per posta, incluso un bambino sospettato di essere stato ucciso dopo essere nato vivo.

 

«[Siamo] consapevoli che ci sono state due morti materne legate a questo problema», si legge nell’e-mail.

 

«Un caso in cui una donna è stata trovata a casa la mattina dopo aver iniziato il processo e un secondo  in cui una donna si è presentata con sepsi ed è morta molto rapidamente nel reparto di pronto soccorso. Nessuna di queste donne era nota al nostro servizio di maternità o ginecologia per quanto ne sappiamo».

 

«[Siamo] consapevoli che ci sono state due morti materne legate a questo problema», si legge nell’e-mail

C’è stato anche un quasi incidente in cui una donna aveva ricevuto le pillole per posta e poi ha desiderato un’ecografia , si è scoperto che erano 32 settimane», continua l’e-mail.

 

«Ci sono 3 indagini di polizia … collegate a questi incidenti e una di queste è attualmente un’indagine per omicidio in quanto si teme che il bambino sia nato vivo», continua l’e-mail.

 

All’inizio di luglio, un tentativo della lobby abortista del Regno Unito di approvare una legislazione per consentire in modo permanente alle donne di procurarsi gli aborti a casa mediante pillole abortive è stato ritardato dopo che il governo aveva promesso di tenere una consultazione pubblica sulla questione.

«Ci sono 3 indagini di polizia … collegate a questi incidenti e una di queste è attualmente un’indagine per omicidio in quanto si teme che il bambino sia nato vivo»

 

Quando ha annunciato il piano del governo di tenere una consultazione pubblica, il ministro per le donne Victoria Atkins ha affermato che le misure attuali sarebbero state mantenute fino a quando la consultazione non si fosse conclusa e non fosse stata presa una decisione.

 

L’Italia, nel frattempo, riesce addirittura ad andare oltre alla Gran Bretagna, spesso vertice della Necrocultura globale.