L’FBI arresta due scienziati cinesi

L’FBI ha arrestato due scienziati cinesi, uno professore all’Università dell’Arkansas e l’altro un ex impiegato della Cleveland Clinic, con l’accusa di frode bancaria e per non aver rivelato legami con il governo cinese o altre istituzioni cinesi.

 

Il 12 maggio, l’FBI ha arrestato il 63enne Simon Saw-Teong Ang, un professore di ingegneria cinese che ha insegnato all’Università dell’Arkansas-Fayetteville dal 1988 e che aveva anche ricevuto una sovvenzione dalla NASA.

 

È accusato di non aver rivelato gli «stretti legami con il governo cinese e le società cinesi», cosa che gli era richiesto di fare per ricevere denaro dalla NASA. Ciò, accusa l’FBI,  ha «comportato l’invio e la ricezione di numerose transazioni che hanno facilitato il piano di frode di Ang».

 

Ang era anche uno studioso nel programma dei «Mille Talenti» in Cina. Il programma risale al 2008 e fa parte di una strategia aggressiva della Cina di reclutare le menti scientifiche più brillanti al mondo.

 

I partecipanti del programma cinese «Mille talenti» sono spesso incentivati ​​a trasferire in Cina le ricerche che conducono negli Stati Uniti

Mentre l’FBI afferma che questo non è un crimine in sé, il sito web dell’FBI afferma che le sue indagini «hanno rivelato che i partecipanti sono spesso incentivati ​​a trasferire in Cina le ricerche che conducono negli Stati Uniti, nonché altre informazioni proprietarie a cui possono ottenere l’accesso e rimangono una minaccia significativa per gli Stati Uniti. In alcuni casi, ciò ha comportato violazioni delle leggi statunitensi, tra cui spionaggio economico, furto di segreti commerciali e concessione di frodi».

 

Il 14 maggio, a Shaker Heights (Ohio), agenti dell’FBI  hanno arrestato il dottor Qing Wang, un cittadino americano nato in Cina specializzato in genetica e malattie cardiovascolari e che è stato affiliato alla Cleveland Clinic dal 1997. Anche il dottor Wang è stato arrestato per accuse di frode a $ 3,6 milioni in sovvenzioni federali.

 

I pubblici ministeri affermano che Wang ha accettato le sovvenzioni dal National Institutes of Health senza rivelare di aver prestato servizio contemporaneamente come decano del College of Life Sciences and Technology dell’Università di Scienza e Tecnologia di Huazhong, una violazione dei termini delle sovvenzioni.

 

Il capo dell’ufficio Cleveland dell’FBI, Eric Smith, ha accusato il dottor Wang di aver «deliberatamente fallito nel rivelare le sue sovvenzioni cinesi e posizioni straniere e persino di esser impegnato in un modello pervasivo di frode per evitare la colpa criminale».

 

Questa guerra di spionaggio universitario e medico, fatta di arresti e incidenti diplomatici, risale a molti mesi prima della Pandemia.

 

Questa guerra di spionaggio universitario e medico risale a molti mesi prima della Pandemia.

Il caso più noto è quello di Charles Lieber, professore di chimica ad Harvard ed esperto di nanotecnologie. Anche Lieber accettò di far parte del programma cinese Mille Talenti. Divenne «scienziato strategico presso il Wuhan Institute of Technology, il Politecnico della città da cui si sarebbe poi diffuso il Coronavirus.

 

L’americano venne pagato 1 milione e mezzo di dollari. Venne arrestato a Boston il 28 gennaio 2020.

 

La lista degli altri professori ne guai, spesso di origine cinese, si allunga ogni giorno di più.