Le compagnie aeree USA potrebbero vietare i voli a chi si rifiuta di indossare la mascherina

 

 

 

 

 

Le compagnie aeree statunitensi potrebbero vietare ai viaggiatori di volare in futuro se si rifiutano di indossare maschere sugli aerei, scrive il Washington Post.

 

Airlines for America, un’organizzazione commerciale, ha affermato che un gruppo di importanti compagnie aeree americane inizierà «vigorosamente» ad applicare le politiche di protezione del viso.

Le compagnie aeree statunitensi potrebbero vietare ai viaggiatori di volare in futuro se si rifiutano di indossare maschere sugli aerei

 

Il mese scorso, diverse compagnie aeree hanno riconosciuto di aver detto ai membri dell’equipaggio di evitare durante il volo conflitti  riguardo a mancato uso delle mascherine.

 

Delta, Southwest, United Airlines, American Airlines, JetBlue e altri «articoleranno chiaramente» la loro politica di copertura facciale per i passeggeri e potrebbero richiedere ai passeggere di «riconoscere» la politica al momento del check-in.

 

Se i passeggeri non rispettano le regole di mascheramento, le compagnie possono ritorcersi contro i loro clienti con conseguenze come la sospensione dei privilegi di volo.

Se i passeggeri non rispettano le regole di mascheramento, le compagnie possono ritorcersi contro i loro clienti con conseguenze come la sospensione dei privilegi di volo.

 

 

«Le compagnie aeree statunitensi sono molto serie nel richiedere le mascherine nei loro voli – ha scritto il  presidente e amministratore delegato del consorzio delle aerolinee – i vettori stanno intensificando l’applicazione delle protezioni per il viso e stanno attuando conseguenze sostanziali per coloro che non rispettano le regole».

«I vettori stanno intensificando l’applicazione delle protezioni per il viso e stanno attuando conseguenze sostanziali per coloro che non rispettano le regole»

 

I membri dell’equipaggio annunceranno i dettagli specifici una volta a bordo, comprese le conseguenze per la violazione della politica di copertura facciale.

 

 

Il sito web di American Airline ora afferma che «è richiesto una maschera durante il volo, ad eccezione di bambini molto piccoli o chiunque abbia una condizione che impedisce loro di indossarne uno».

In pratica, un tribunale volante, con processo per direttissima. O peggio: una Gestapo di hostess e steward pronta a rovinarti la giornata – e la vita – se in aereo non ti copri la faccia

 

United Airlines ha annunciato lunedì che a partire da giovedì qualsiasi passeggero non conforme verrà inserito in un elenco di restrizioni di viaggio interno che toglierà il proprio privilegio di viaggio alla compagnia aerea per un periodo di tempo da stabilire.

 

 

Un assistente di volo dovrebbe prima dire al passeggero non mascherato che coprirsi gli orifizi facciali è obbligatorio, quindi dovrebber offrirgli una maschera, qualora necessario.

 

Alcune compagnie aeree avevano affermato che sarebbero arrivate al punto di negare l’imbarco ai passeggeri che si rifiutano di indossare le maschere

«A ulteriore resistenza, l’assistente di volo darebbe al viaggiatore una scheda che riporta la politica delle maschere in volo. Infine, l’assistente di volo dovrebbe presentare un rapporto, dando il via a una revisione formale. Una squadra di sicurezza indagherà e emetterà una decisione sui voli futuri».

 

Squadre di sicurezza. Indagini. Decisioni che vengono «emesse» per l’avvenire. In pratica, un tribunale volante, con processo per direttissima. O peggio: una Gestapo di hostess e steward pronta a rovinarti la giornata – e la vita – se in aereo non ti copri la faccia.

JetBlue, ha affermato che i passeggeri che si rifiutano di conformarsi potrebbero essere scrutinati  per i viaggi futuri

 

Il mese scorso, alcune compagnie aeree avevano affermato che sarebbero arrivate al punto di negare l’imbarco ai passeggeri che si rifiutano di indossare le maschere qualora non abbiano alcuna esenzione medica.

 

Le aerolinee avevano sottolineato la necessità di evitare l’escalation delle tensioni in volo se si rifiutano di coprirsi il viso.

Nel mondo de-globalizzato dalla virus globale dei cinesi e dei governi impazziti divenuti totalitarismo sanitari, viaggiare – anche in treno – diverrà un lusso raro

 

Un vettore, JetBlue, ha affermato che i passeggeri che si rifiutano di conformarsi potrebbero essere scrutinati  per i viaggi futuri.

 

Più che le maschere, i viaggiatori dovrebbero essere preoccupati dell’obbligo vaccinale per volare. Un nuovo principio che sta già circolando ampiamente: senza certificato vaccinale, nessun imbarco possibile. Renovatio 21 ne ha scritto qualche settimana fa: «niente vaccino, niente aereo – l’idea è partita».

Negare il diritto di libera circolazione diverrà il collo di bottiglia dove strozzare la popolazione per sottometterla al vaccino e agli altri trattamenti sanitari obbligatori perenni

 

Nel mondo de-globalizzato dalla virus globale dei cinesi e dei governi impazziti divenuti totalitarismo sanitari, viaggiare – anche in treno – diverrà un lusso raro.

 

O meglio: negare il diritto di libera circolazione diverrà il collo di bottiglia dove strozzare la popolazione per sottometterla al vaccino e agli altri trattamenti sanitari obbligatori perenni.