La serie TV “Tredici” associata all’aumento del suicidio tra i giovani

 

 

La serie TV Tredici, in onda su Netflix, è stata associata ad un aumento del 28,9% dei casi di suicidio tra i giovani americani di età compresa tra i 10 e i 17 anni nel mese di Aprile 2017, in concomitanza con l’uscita della serie, rispetto alle attuali tendenze dei tassi di suicidio, secondo quanto emerge da una ricerca pubblicata sul Journal of the American Academy of Child and Adolescent Psychiatry.

 

I risultati mettono in luce la necessità di essere prudenti nel mostrare scene di suicidio nei media.

 

Il numero di suicidi registrato quel mese è stato più alto rispetto ad ogni altro mese del quinquennio preso in esame dai ricercatori. L’aumento più significativo è stato rilevato tra gli adolescenti maschi.

I risultati mettono in luce la necessità di essere prudenti nel mostrare scene di suicidio nei media.

 

I ricercatori hanno scoperto che il numero di suicidi nei giovani tra i 10 e i 17 anni è stato più alto nei mesi di aprile, giugno e dicembre 2017 rispetto a quanto previsto in base ai dati degli anni precedenti. Tale crescita si è tradotta in 195 suicidi in più tra l’1 aprile 2017 e il 31 dicembre 2017. I ricercatori non hanno rilevato una simile tendenza tra gli adulti.

 

Tredici è la storia di una giovane ragazza che decide di togliersi la vita e lascia tredici registrazioni nelle quali espone dettagliatamente i motivi di quel gesto estremo. Anche se la serie ha ricevuto il plauso della critica, ha altresì generato interrogativi riguardanti l’impatto sugli adolescenti.

 

I dati emersi dallo studio vanno a sommarsi ad un crescente corpus di informazioni che mostrano quanto i giovani siano sensibili al modo in cui il suicidio viene rappresentato dai media e dai programmi d’intrattenimento

I dati emersi dallo studio vanno a sommarsi ad un crescente corpus di informazioni che mostrano quanto i giovani siano sensibili al modo in cui il suicidio viene rappresentato dai media e dai programmi d’intrattenimento.

 

Alcuni gruppi, quali National Action Alliance for Suicide Prevention, l’Organizzazione Mondiale della Sanità e reportingonsuicide.org, promuovono la diffusione di pratiche corrette per parlare e mostrare il suicidio sugli schermi. Queste pratiche, ad esempio, raccomandano ai media di non mostrare metodi per suicidarsi.

 

La seconda stagione di Tredici è andata in onda nel maggio 2018 e una terza è attualmente in produzione per essere trasmessa entro l’anno.

 

 

Fonte: Michael Cook per Bioedge