La BBC mostra un bacio lesbico in un programma per bambini di 6 anni

 

 

La BBC, l’istituto televisivo e radiofonico britannico finanziato pubblicamente, ha trasmesso un bacio tra due ragazze adolescenti in un programma rivolto ai bambini piccoli. Lo riporta Lifesitenews.

 

The Next Step, una serie drammatica di produzione canadese che segue le storie di aspiranti giovani ballerini, presentava un bacio tra le attrici adolescenti Dani Verayo e Molly Sanders in un episodio trasmesso la settimana scorsa.

 

Il programma è stato trasmesso tramite il marchio CBBC, che secondo la BBC è per bambini dai 6 ai 15 anni. CBBC è infatti l’acronimi di «Children’s British Broadcasting Corporation».

 

Testate britanniche come il Mirror hanno elogiato la scena come un «segno di speranza di abbattere ancora più barriere in televisione». «I produttori della BBC hanno lavorato per servire la comunità LGBTQ + e fornire rappresentanza nei loro programmi».

 

Un portavoce della BBC ha dichiarato a The Metro che «CBBC è orgogliosa di riflettere tutte le aree della vita dei bambini, compresa la rappresentazione appropriata delle relazioni tra persone dello stesso sesso, attraverso la nostra produzione fattuale e di fiction».

 

Nel 2018, la BBC ha dichiarato di volere dare una visibilità doppia ai personaggi LGBT entro i successivi due anni

Nel 2018, la BBC ha dichiarato di volere dare una visibilità doppia ai personaggi LGBT entro i successivi due anni.

 

La BBC, come la RAI, è sostenuta da un canone pubblico che grava sul contribuente britannico per oltre 150 sterline, e multe sino a 1000 sterline qualora non si paghi il dovuto.

 

La memoria recente ricorda, riguardo a bambini sessualizzati, un caso tremendo alla BBC.

 

Nel 2012 deflagrò nel cuore della BBC lo scandalo pedofilo di Jimmy Savile, popolare presentatore e DJ (aveva inventato il format Top of the Pops) che fu accusato di aver molestato un numero spaventoso di ragazzi e ragazze (prepubescenti o anche in età più adulta) per oltre 50 anni.

Nel 2012 deflagrò nel cuore della BBC lo scandalo pedofilo di Jimmy Savile

 

Nel gennaio 2013, un rapporto congiunto di NSPCC e Metropolitan Police, Giving Victims a Voice, affermava che 450 persone avevano presentato denunce contro Savile, con il periodo di presunti abusi che si estendeva dal 1955 al 2009 e l’età dei denuncianti al momento del gli assalti vanno dagli 8 ai 47 anni.

 

Le vittime sospette includevano 28 bambini di età inferiore a 10 anni, di cui 10 di età inferiore a 8 anni. Altri 63 erano ragazze di età compresa tra 13 e 16 anni e quasi tre quarti delle sue presunte vittime avevano meno di 18 anni. Sono stati registrati circa 214 reati, con 34 stupri  segnalati a 28 forze di polizia.

 

Le vittime sospette includevano 28 bambini di età inferiore a 10 anni, di cui 10 di età inferiore a 8 anni. Altri 63 erano ragazze di età compresa tra 13 e 16 anni e quasi tre quarti delle sue presunte vittime avevano meno di 18 anni. Sono stati registrati circa 214 reati, con 34 stupri  segnalati a 28 forze di polizia

Le voci sulla pedofilia di Savile si rincorrevano al punto che una lettera anonima del 1998 chiedeva ad una commissione di non assegnargli alcuni titolo onorifico, in quanto sarebbe potuta emergere in seguito una componente pedofila della sua vita privata.

 

Il silenzio della BBC durante questo periodo fu esso stesso un ulteriore tema di scandalo. Non solo non venne mai indagato nessun caso segnalato riguardo Savile; pare che nel 2012 non venne mandato in onda un reportage che indagava proprio sul caso.

 

La BBC, «auntie» («zietta») per i cittadini del Regno Unito, un tempo era considerata universalmente un esempio di obbiettività e di grande servizio pubblico. Ora cosa è diventata?