Il giornale dei medici e chirurghi americani: necessità di ulteriori indagini sul vaccino MMR e l’autismo

 

 

La notizia è riportata dall’agenzia giornalistica AP.

Già nel 2001, i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) avevano dati che mostravano un aumento del tasso di diagnosi di autismo negli scolari maschi neri di Atlanta che avevano ricevuto la loro prima vaccinazione contro morbillo-parotite-rubella (MMR) prima dei 36 mesi di età, rispetto a quelli che l’avevano ricevuta più tardi, scrive il dottor Brian Hooker, Ph.D., nel numero invernale di Journal of American Physicians and Surgeons, iiornale dei medici e chirurghi americani. Il rapporto perde la sua rilevanza statistica se l’analisi è limitata ai bambini con un certificato di nascita della Georgia, che riduce la dimensione del campione di circa il 40%.

 

Il Dr. Hooker ha analizzato nuovamente lo stesso set di dati, utilizzando la stessa metodologia di regressione logistica condizionale. I bambini privi di certificato di nascita in Georgia non sono stati esclusi; la razza è stata accertata dai registri scolastici. Il Dr. Hooker ha osservato che i dati scolastici avevano queste informazioni su tutti i bambini.

 

Il tasso di diagnosi di autismo è aumentato in modo allarmante negli Stati Uniti, ed è circa il 25% più alto nei bambini neri

Il tasso di diagnosi di autismo è aumentato in modo allarmante negli Stati Uniti, ed è circa il 25% più alto nei bambini neri, osserva il Dr. Hooker. I ragazzi hanno molte più probabilità delle ragazze di ricevere questa diagnosi.

 

La pubblicazione originale riguardante i dati ha minimizzato l’associazione, e non è stato condotto alcun follow-up. L’interesse del Dr. Hooker è stato suscitato, riferisce, dalla conversazione con un informatore del CDC, uno scienziato senior, che aveva conservato alcune delle analisi originali.

 

Il dottor Hooker ha osservato che il CDC si è discostato dal suo piano originale di analisi dei dati, forse a causa di risultati indesiderati.

 

Suddividendo i dati per i maschi afro-americani per anno di nascita, il Dr. Hooker ha anche trovato un rischio statisticamente significativo di una diagnosi di autismo nei bambini che avevano ricevuto il primo vaccino MMR un anno prima, solo nei bambini nati nel 1990 o più tardi. L’esposizione al Thimerosal è aumentata nei primi anni ’90, e non è stata rimossa dalla maggior parte dei vaccini pediatrici fino al 2001-2004. Il Dr. Hooker suggerisce la possibilità che ci possa essere una qualche interazione tra l’aumento dell’esposizione al mercurio e la vaccinazione MMR precoce. Sarebbero necessari ulteriori studi per esplorare questa possibilità.

Il dottor Hooker ha osservato che il CDC si è discostato dal suo piano originale di analisi dei dati, forse a causa di risultati indesiderati.

Il Dr. Hooker conclude che il mancato follow-up di queste osservazioni rappresenta un’enorme opportunità perduta per comprendere le possibili ragioni dell’enorme aumento di questa devastante disabilità neurologica.

 

Il Journal of American Physicians and Surgeons è pubblicato dalla Association of American Physicians and Surgeons (AAPS), cioè l’Associazione dei Medici e Chirurghi Americani, un’organizzazione nazionale che rappresenta i medici di tutte le specializzazioni dal 1943.

 

 

Contatti con gli autori dello studio:

Dr. Brian Hooker, Ph.D., drbrianhooker@gmail.com,

Jane M. Orient, M.D., (520) 323-3110, janeorientmd@gmail.com