“Il Coronavirus è un’arma biologica americana contro la Cina” dice l’ex segretario politico del premier malese

 

 

L’ex segretario politico del primo ministro malese ha dichiarato che i Coronavirus fa parte di un progetto di guerra biologica degli Stati Uniti contro la Cina.

 

La notizia non trova spazio nei media occidentali. A raccogliere la sua testimonianza è l’International Service News Agency Broadcasting, un’agenzia iraniana.

 

L’ex segretario politico del primo ministro malese ha dichiarato che i Coronavirus fa parte di un progetto di guerra biologica degli Stati Uniti contro la Cina

Matthias Chiang, già stato segretario politico del quarto primo ministro della Malesia Tun  Mahathir Mohamad, in un’intervista telefonica con un corrispondente dell’Institute for War & Peace Reporting a Kuala Lumpur ha descritto il Coronavirus  come un’arma biologica americana  contro la Cina.

 

Egli rileva come  vi fosse presenza di truppe statunitensi in per i giochi mondiali militari a Wuhan, in Cina, il 2 ottobre, a poche settimane dallo scoppio dell’epidemia. La notizia dell’arrivo di una delegazione di 300 americani è stata data in ottobre da Xinhua, l’agenzia di Stato della Repubblica Popolare Cinese.

 

L’epidemia di Corona ha coinciso con la rivolta appoggiati dagli USA a Hong Kong e la crescente guerra commerciale tra Washington e Pechino, ed è seguita di poco alle perdite economiche causate dall’influenza suina e dall’influenza aviaria di pochi mesi fa.

 

Chang rileva come  vi fosse presenza di truppe statunitensi in un’esercitazione militare a Wuhan, in Cina, il 2 ottobre, a poche settimane dallo scoppio dell’epidemia

Come riporta la stampa iraniana, l’ex segretario Chang pone il Coronavirus in un continuum di bio-attacchi americani che, ha affermato, includerebbe l’infezione deliberata dei guatemaltechi con la sifilide e la gonorrea e dei cubani con la febbre dengue, oltre alla creazione dell’epidemia di Ebola in Sierra Leone.

 

Matthias Chang è un eminente avvocato e scrittore malese che è stato segretario politico del quarto primo ministro della Malesia, Tun  Mahathir Mohamad. Di estrazione cinese e cattolica, è autore di tre bestseller, Future FastForward, Brainwashed for War, Programmed to Kill, e The Shadow Money-Lenders and the Global Financial Tsunami, pubblicati negli Stati Uniti e in Malesia.