I trilioni della BCE saranno solo per i ricchi

 

 

 

 

 

La BCE ha aumentato il proprio bilancio di € 1,7 trilioni nella prima metà dell’anno, passando da € 4.664 trilioni a € 6.360 trilioni alla fine di luglio.

 

Questa enorme liquidità è andata agli acquisti diretti di asset e ai prestiti con interessi negativi alle banche.

 

Questa enorme liquidità è andata agli acquisti diretti di asset e ai prestiti con interessi negativi alle banche

Tuttavia, mentre il mercato azionario mostra che azionisti e speculatori si sono riempiti le tasche, solo una parte della liquidità è stata utilizzata per il credito.

 

Mentre le banche hanno mantenuto il credito al settore societario, poiché questo era coperto da garanzie governative, i prestiti immobiliari e al consumo sono crollati, scrive EIR.

 

Secondo l’indagine sui prestiti della BCE, la domanda netta di mutui per la casa è diminuita fortemente nel secondo trimestre del 2020 (-61%, dopo il 12% nel trimestre precedente) e la domanda netta di credito al consumo e altri prestiti alle famiglie ha raggiunto un minimo l’indagine è stata avviata nel 2003 (percentuale netta di −76%, dopo −4% nel trimestre precedente).

Mentre il mercato azionario mostra che azionisti e speculatori si sono riempiti le tasche, solo una parte della liquidità è stata utilizzata per il credito

 

Inoltre, le indagini della BCE segnalano che le banche prevedono un inasprimento dei prestiti alle imprese nel terzo trimestre, in attesa della cessazione dei programmi di garanzia del governo.

 

Una parte sempre più cospicua della popolazione realizzerà l’assoluta pazzia del processo economico in atto.

 

La famosa «potenza di fuoco» (detta alla pugliese) promesse da Conte non si è vista, mentre sono sotto gli occhi di tutti i negozi e le attività che chiudono, e i milioni di posti di lavoro in via di distruzione.

Il fatto che nessun grande giornale racconti lo scandalo in corso –, tra danari fasulli, speculazioni e governi di servi eterodiretti – è la prova stessa che i padroni del vapore (ciò coloro che controllano i giornali) hanno capito che dal collasso pandemico hanno solo da guadagnare

 

Abbiamo avuto lo spettacolo Conte andare con il cappello a Bruxelles a contrattare per tenere una parte dei soldi nostri, ed altri darli agli inutili Paesi «frugali». L’Italia, che è ancora forse il Paese più ricco di depositi bancari – e quindi di grande appetito per squali finanziari e mega-stati semi-falliti – ha fatto ancora una volta la figura della pezzente, per poi rimettersi ovviamente agli ordini dall’alto, magari provenienti da quella Germania che, tanto per cambiare, sta nascondendo le sue difficoltà – con le banche tedesche prossime al collasso e le industrie pure.

 

Il fatto che nessun grande giornale racconti lo scandalo in corso –, tra danari fasulli, speculazioni e governi di servi eterodiretti – è la prova stessa che i padroni del vapore (ciò coloro che controllano i giornali) hanno capito che dal collasso pandemico hanno solo da guadagnare. Negli USA è già così per molti oligarchi miliardari, specie delle aziende tech: a differenza di chiunque, sono più ricchi ora che prima del virus Wuhan.

 

Lo ribadiamo, questo è l’atto di cancellazione finale della classe media occidentale: i ricchi diventeranno più ricchi, i piccolo borghesi si estingueranno. Questo è il vero morbo con cui fare i conti.

 

Certamente il virus della distruzione economica sarà più letale del COVID-19. Certamente sarà il modo in cui faranno nascere un mondo nuovo, dove la partecipazione del popolo al benessere o anche solo alla politica sarà un lontano, risibile miraggio.

Certamente il virus della distruzione economica sarà più letale del COVID-19. Certamente sarà il modo in cui faranno nascere un mondo nuovo, dove la partecipazione del popolo al benessere o anche solo alla politica sarà un lontano, risibile miraggio.

 

Distruggere la sovranità biologica per minare la sovranità politica e cancellare in via definitiva la sovranità economica: questo è ciò che sta accadendo ora, sotto i nostri occhi, sotto il nostro naso mascherato.