I Paesi Bassi si preparano all’eutanasia infantile

 

 

 

 

Renovatio 21 traduce questo articolo di Bioedge.

 

 

 

Non è certo una sorpresa, ma i medici nei Paesi Bassi potrebbero presto essere in grado di sopprimere i bambini sotto i 12 anni. Sono già autorizzati a sopprimere i bambini fino a 12 mesi e i bambini sopra i 12 anni.

 

I medici nei Paesi Bassi potrebbero presto essere in grado di sopprimere i bambini sotto i 12 anni. Sono già autorizzati a sopprimere i bambini fino a 12 mesi e i bambini sopra i 12 anni

Il ministro della Salute Hugo de Jonge ha detto all’inizio di questa settimana al Parlamento olandese che questo dovrebbe essere possibile per «un piccolo gruppo di bambini malati terminali che soffrono senza speranza e sofferenze insopportabili». Stima che questo sarà applicabile a cinque o dieci bambini all’anno.

 

Il dottor de Jonge ha suggerito che nei rari casi in cui i medici ritenevano che fosse necessario porre fine alla vita dei bambini al di fuori della legge, veniva loro somministrata una «sedazione terminale» che effettivamente significa, come ha commentato lo scrittore di bioetica Wesley J. Smith , «mettere in una coma artificiale e disidratazione a morte». Ma i medici sono protetti dall’azione penale se possono dimostrare che non c’era altra alternativa, una dottrina nota come «forza maggiore».

 

Tuttavia, i medici si sono lamentati del fatto che questa «zona grigia» tra le normali cure palliative e l’interruzione della vita attiva non è soddisfacente. Devono avere certezza giuridica.

 

Il ministro della Salute Hugo de Jonge ha detto all’inizio di questa settimana al Parlamento olandese che questo dovrebbe essere possibile per «un piccolo gruppo di bambini malati terminali che soffrono senza speranza e sofferenze insopportabili»

Il ministero sta ancora lavorando con il Pubblico Ministero e le organizzazioni mediche professionali per rendere chiara la politica.

 

L’attuale proposta di legislazione è supportata da un rapporto di tre ospedali universitari olandesi pubblicato lo scorso anno. Ha affermato che l’84% dei pediatri olandesi desiderava l’interruzione della vita attiva per i bambini tra 1 e 12 anni.

 

I critici hanno osservato che l’eutanasia per i bambini differisce dall’eutanasia per gli adulti perché, con la loro scarsa esperienza di vita, non possono dare un consenso veramente informato. Temono che questo porterà all’eutanasia involontaria degli adulti. «Il fatto che uccidiamo solo le persone che lo chiedono è una pietra angolare del nostro sistema di eutanasia». Theo Boer , un etico olandese.

Un rapporto afferma che l’84% dei pediatri olandesi desiderava l’interruzione della vita attiva per i bambini tra 1 e 12 anni

 

«Il fatto che uccidiamo solo le persone che lo chiedono è una pietra angolare del nostro sistema di eutanasia». Theo Boer , un eticista olandese

 

 

Michael Cook

Direttore di BioEdge