Gran Bretagna, il vaccino HPV dato anche ai bambini maschi

 

 

 

Ai ragazzi in Inghilterra verrà offerto il vaccino contro il papillomavirus umano (HPV), 10 anni dopo che è stato introdotto per le ragazze.

 

La decisione fa seguito a una raccomandazione del Joint Committee on Vaccination and Immunization (JCVI) dello scorso luglio, in cui si affermava che un programma neutrale rispetto al genere per proteggere dal virus a trasmissione sessuale sarebbe economicamente conveniente. La raccomandazione ha già spinto i governi scozzese e gallese a decidere di estendere le vaccinazioni ai ragazzi.

 

«Qualsiasi programma di vaccinazione deve essere saldamente radicato nelle prove per garantire che possiamo ottenere i migliori risultati per i pazienti, ma come padre di un figlio, capisco il sollievo che questo porterà ai genitori» ha detto il ministro della salute pubblica Steve Brine.

Pareva che fosse una questione solo femminile, ma la narrativa sta cambiando velocemente. Il virus, fa sapere la martellante recente propaganda farmaceutica non causa solo tumori alla cervice delle donne; esso può anche causare il cancro del pene, dell’ano, della bocca e della gola, così come le verruche genitali.

 

La vaccinazione contro l’HPV è attualmente offerta a ragazze di età compresa tra i 12 e i 13 anni presso la scuola secondaria, ed è anche disponibile gratuitamente dal servizio nazionale sanitario britannico fino al 18 ° compleanno.

 

Pareva che fosse una questione solo femminile, ma la narrativa sta cambiando velocemente. Il virus, fa sapere la martellante recente propaganda farmaceutica non causa solo tumori alla cervice; esso può anche causare il cancro del pene, dell’ano, della bocca e della gola, così come le verruche genitali.

In pratica, il fatturato del produttoreora può più che raddoppiare: come sempre, si parte a vaccinare una parte della popolazione per poi passare alle categorie adiacenti.

 

In più, la vaccinazione ai ragazzi apre altri inquietanti interrogativi.

Il senso di immunità dovuto al vaccino potrebbe spingere i giovani ragazzi a rapporti omosessuali non protetti.

«Estendere la vaccinazione ai ragazzi aiuterà a prevenire tali malattie e potrebbe significare che più uomini gay ottengono protezione dal virus in giovane età» ha scritto il New Scientist. Il senso di immunità dovuto al vaccino, quindi, potrebbe spingere i giovani ragazzi a rapporti omosessuali non protetti.

 

Anche in Italia, ci arrivano numerose segnalazioni di richiami arrivati a famiglie per portare il figlio maschio a vaccinare contro il Papilloma Virus. La macchina della propaganda del sistema farmaceutico e dei suoi satelliti, come ad esempio la Fondazione Veronesi, è attiva oramai da diversi anni.

 

Già nella tremenda campagna vaccinale delle bambine, gli effetti collaterali segnalati sono stati spaventosi.