Come verificare se nel tuo iPhone hanno già messo il software tracciamento peril COVID-19

 

 

L’ultimo aggiornamento iOS (il sistema operativo dei prodotti Apple) lo scorso maggio  o gli aggiornamenti successivi contiene un software per monitorare lo stato dell’infezione COVID-19.

 

I dati del telefono potrebbero quindi essere utilizzati dallo Stato e da funzionari sanitari all’interno degli  sforzi per il tracciamento dei contatti dei cittadini.

 

Negli ultimi giorni molti utenti iPhone negli Stati Uniti hanno iniziato a notare una nuova impostazione nella sottoscheda «privacy» dell’app per la salute di iPhone. Un nuovo pulsante apparso nell’interfaccio consenti agli utenti di «attivare» la registrazione dell’esposizione COVID-19. Tutto grazie all’ultimo aggiornamento del sistema operativo iOS di Apple per iPhone, iOS 13.5.

L’ultimo aggiornamento iOS (il sistema operativo dei prodotti Apple) lo scorso maggio  o gli aggiornamenti successivi contiene un software per monitorare lo stato dell’infezione COVID-19

 

I dati del telefono potrebbero quindi essere utilizzati dallo Stato e da funzionari sanitari all’interno degli  sforzi per il tracciamento dei contatti dei cittadini

Su Twitter è partita la discussione fra quelli che si sono accorti di questo cambiamento nel loro telefonino. Alcuni utenti si sono chiesti se Apple rispetterà davvero la loro privacy riguardo al loro stato COVID-19

 

Altri si domandano se questa funzione li segnalerà «a rischio» per essere semplicemente passati accanto ad un infetto per strada o al supermercato.

 

Alcuni utenti  segnalano che la medesima funzione è ora in atto anche sui telefoni Android; in pratica si è avuta l’implementazione della promessa di favorire il tracking pandemico attuata dai due colossi informatici, che sono in realtà nemici acerrimi.

 

Per controllare se state usando l’aggiornamento iOS con la funzione di tracciamento andate su Impostazioni (l’icona con l’ingranaggio). Scorrette sino a trovare Privacy (icona blu con la manina bianca). Una volta entrati, cliccate su Salute (icona con il cuoricino rosso). La voce Raccolta log di esposizione al COVID-19 è la prima.

 

Se scorrete verso il basso, potrete notare un’altra voce degna di nota: Studi clinici.

 

 

Si tratta di una funzione aggiunta da Apple da qualche tempo, finora passata inosservata. L’app consente di partecipare a studi  clinici monitorati online, dove l’organismo è controllato grazie a interfacce, funzioni fisiche (accelerometro, GPS, etc) del telefono o dello smartwatch collegatogli (che ora può registrare anche battito cardiaco, ECG, etc.  La policy è stata aggiornata a novembre 2019.

L’app Studi Clinici consente di partecipare a studi  clinici monitorati online, dove l’organismo è controllato grazie a interfacce, funzioni fisiche (accelerometro, GPS, etc) del telefono o dello smartwatch collegatogli

 

Il significato di una tale funzione, ora che sta nella stessa pagina dell’app che consente il tracciamento degli infetti di Coronavirus, assume altre connotazioni.