Bambini tolti ai genitori cristiani per essere sottoposti ad una vaccinazione forzata

 

 

Il New York Times nel 2015 ha pubblicato un articolo di un medico pro-vaccini che guadagna milioni di dollari in royalties dalla vendita di vaccini per l’infanzia. Il titolo dell’articolo è: «Cosa farebbe Gesù per il morbillo?».

 

Secondo questo medico, Gesù costringerebbe tutti a vaccinare i propri figli per il «bene comune».

 

Questo membro dell’industria farmaceutica esorta tutti gli stati degli Stati Uniti a rimuovere le esenzioni religiose per i vaccini, attualmente consentite in 48 stati.

 

Negli Stati Uniti d’America potrebbe arrivare il giorno in cui i genitori che si rifiutano di vaccinare i loro figli se li  vedranno sottrarre con la forza per essere sottoposti ad una vaccinazione contro il loro volere?

Negli Stati Uniti d’America potrebbe arrivare il giorno in cui i genitori che si rifiutano di vaccinare i loro figli se li  vedranno sottrarre con la forza per essere sottoposti ad una vaccinazione contro il loro volere?  Sì. Non solo potrebbe accadere, è già successo.

 

Sì. Non solo potrebbe accadere, è già successo.

 

Per esempio, Due genitori di Philadelphia si sono visti togliere la custodia dei figli, costretti poi a ricevere il vaccino contro il morbillo.

 

Il caso Philadeplhia

A Philadelphia nel 1991 ci fu un focolaio di morbillo che quanto riferito colpì 1400 persone.

Nove bambini sarebbero morti e sette di loro appartenevano a due «chiese cristiane fondamentaliste» in cui la maggior parte dei membri aveva scelto di non vaccinare i propri figli.

 

Così mentre i media strillavano riguardao al morbillo ed al vaccino combinato MMR (Measles Mumps Rubella – morbillo parotite rosolia), proprio come accaduto in California con l’epidemia al parco di Disney [Italiani sudditi di Beatrice Lorenzin, Gardaland vi dice  qualcosa? ndr], le autorità sanitarie intervennero convincendo un tribunale a togliere i bambini ai genitori, dandoli loro in custodia e costringendoli poi a vaccinarsi.

In primo luogo, le autorità richiesero un’ingiunzione del tribunale per i bambini di chiesa prima nelle loro case, poi per ricoverarli in ospedale per sottoporli a cure mediche.

Le autorità fecero qualcosa che non era mai stato fatto prima: ottennero un’ingiunzione del tribunale per vaccinare i bambini contro la volontà dei loro genitori. I bambini vennero temporaneamente posti sotto tutela dello stato, vaccinati e restituiti ai loro genitori

 

Alla fine, fecero qualcosa che non era mai stato fatto prima: ottennero un’ingiunzione del tribunale per vaccinare i bambini contro la volontà dei loro genitori. I bambini vennero temporaneamente posti sotto tutela dello stato, vaccinati e restituiti ai loro genitori.

 

A quel tempo, l’esenzione religiosa alla vaccinazione era stata in programma in Pennsylvania da circa un decennio.
Come nel caso in questione, anche nel 1991, non tutti coloro che hanno contratto il morbillo erano non vaccinati. Alcuni casi si sono verificati anche tra persone completamente vaccinate.

 

Il vaccino non dà certezza di copertura al 100%, anzi ci sono anche casi documentati che dimostrano come il vaccino stesso possa causare il morbillo tra quelli completamente vaccinati. (Vedi: Dr. Suzanne Humphries, M.D. – «Vaccine Strain of Measles Virus Found in Measles Outbreaks»).

Anche nel 1991, non tutti coloro che hanno contratto il morbillo erano non vaccinati

 

Leggendo i racconti dell’epidemia di morbillo del 1991 in Philadelphia, viene riportato come alcuni membri della chiesa non curassero i loro figli dopo essere stati contagiati dal morbillo. Ci sono anche segnalazioni di preesistenti condizioni di salute tra i bambini che sono morti.

 

L’articolo del New York Times  menziona come l’ACLU (American Civil Liberties Union) si sarebbe rifiutato di essere coinvolto nella questione dei diritti civili riguardanti l’allontanamento dei bambini dai loro genitori e l’obbligo di vaccinarli.

 

Lo stesso New York Times riportò nel 1991 che sia politici sia ACLU si lamentarono del provvedimento del giudice che andava ben oltre le richieste delle autorità sanitarie.

 

Il giudice ordinò inoltre alla città di individuare tutte le altre chiese della città che rifiutavano le cure mediche come dogma di fede, ma l’ordinanza era molto imprecisa riguardo al fatto che la città avrebbe dovuto imporre gli stessi requisiti anche a tutte le chiese presenti.

Il Dottor Offit ha dichiarato che un bambino durante la sua infanzia può sopportare fino a 10.000 vaccini.

 

Gli avvocati a rappresentanza della città, dicendo di essere stati sorpresi da quella sentenza, hanno affermato che avrebbero proceduto con le vaccinazioni e avrebbero chiesto al tribunale di riconsiderare tutte le altre disposizioni.

 

L’American Civil Liberties Union della Pennsylvania dichiarò incostituzionali i requisiti supplementari e disse che avrebbe fatto appello ai tribunali federali se il tribunale della famiglia avesse respinto la richiesta della città di rivederli.

 

Chiaramente questo giudice ha chiesto alle autorità sanitarie di esaminare alcune famiglie di due chiese con bambini che avevano contratto il morbillo e l’ha usata per emettere un provvedimento da applicare a tutte le chiese di Philadelphia.

 

Davvero dei giudici senza alcuna formazione medica dovrebbero prendere decisioni così ampie in merito alla rimozione di libertà costituzionali protette dalla religione e dalla privacy, ordinando che i bambini vengano sottratti ai genitori che non concordano con i medici, come è accaduto nel 1991 in Philadelphia?

 

I professionisti medici con conflitti di interesse dovuti al fatto che traggono profitto dalla produzione di vaccini possono imporre le proprie convinzioni rispetto ai loro prodotti a coloro che invece scelgono di non acquistare o non utilizzare i loro prodotti?

 

Questa è chiamata tirannia medica e negli Stati Uniti è già presente. Ogni giorno, in tutto il paese, i servizi sociali e i giudici prendono provvedimenti per togliere i bambini ai loro genitori in disaccordo sulle cure mediche.

Il Dottor Offit ha affermato pubblicamente che tutte le informazioni sui rischi e i pericoli dei vaccini dovrebbero essere censurate dai media e che i giornalisti che mettono in discussione i vaccini dovrebbero andare nel «carcere del giornalismo»

 

La guerra del Dottor Offit contro la religione e gli oppositori dei vaccini

Questa non è la prima volta che il Dottor  Offit ha sfruttato un’epidemia altamente pubblicizzata per cercare di promuovere il suo programma di rimozione di tutte le esenzioni per i vaccini.

 

Il Dr. Paul Offit detiene il brevetto di un vaccino che ha sviluppato con la Merck e con il quale ha guadagnato milioni di dollari in royalties.

Quando Sharyl Attkisson lavorava per la CBS, insieme alla conduttrice Katie Couric, si occupò di una storia sull’enorme conflitto di interessi del dottore.

 

Il Dott. Offit ha dichiarato che un bambino durante la sua infanzia può sopportare fino a 10.000 vaccini.

 

Oltre alle ripetute richieste di cancellare tutte le esenzioni previste per i vaccini, ha affermato pubblicamente che tutte le informazioni sui rischi e i pericoli dei vaccini dovrebbero essere censurate dai media e che i giornalisti che mettono in discussione i vaccini dovrebbero andare nel «carcere del giornalismo».

 

Quest’uomo è davvero qualificato per rispondere alla domanda «Cosa farebbe Gesù per il morbillo?».

 

 

 

Fonte: Brian Shilhavy, Health Impact News