Africa, l’OMS ammette: il vaccino antipolio causa focolai di polio

 

 

 

 

Renovatio 21 traduce questo articolo per gentile concessione di Children’s Health Defense.

 

 

 

Un anno fa, le testate giornalistiche hanno brevemente fatto luce sul fatto (un fatto che fa agitare i funzionari della sanità pubblica) che i vaccini antipolio orali stanno causando focolai di polio

 

Un virologo del CDC ha confessato: «Ora abbiamo creato più nuove emergenze del virus di quante ne abbiamo fermato»

 Con i rapporti in streaming per tutto il 2019 sulla circolazione di poliovirus derivati da vaccini in numerosi paesi africani e asiatici, un virologo del CDC ha confessato: «Ora abbiamo creato più nuove emergenze del virus di quante ne abbiamo fermato».

 

Questa settimana, la stessa storia sta facendo gli stessi titoli di giornale, con l’annuncio imbarazzato dell’OMS che il vaccino antipolio orale è responsabile di un’allarmante epidemia di poliomielite in Sudan – «collegata a un’epidemia in corso provocata dal vaccino in Ciad» – con focolai paralleli in un dozzina di altri paesi africani.

 

Infatti, tra agosto 2019 e agosto 2020, sono stati registrati 400 casi di poliomielite derivata dal vaccino in più di 20 paesi in tutto il mondo.

L’annuncio imbarazzato dell’OMS: il vaccino antipolio orale è responsabile di un’allarmante epidemia di poliomielite in Sudan – «collegata a un’epidemia in corso provocata dal vaccino in Ciad» – con focolai paralleli in un dozzina di altri paesi africani

 

Ironia della sorte, l’OMS ha rivelato questa «battuta d’arresto» appena una settimana dopo aver dichiarato che il continente africano è libero dal poliovirus selvaggio, che non è stato visto in Africa dal 2016. Mentre gli epidemiologi africani affermano allegramente che questi focolai possono «essere tenuti sotto controllo con ulteriori immunizzazioni» e il Sudan si prepara a lanciare una campagna di vaccinazione di massa contro la polio , l’OMS avverte che «il rischio di un’ulteriore diffusione della polio derivata dal vaccino in Africa centrale e nel Corno d’Africa» è alto.

 

La Gates Foundation è uno dei principali finanziatori della vaccinazione antipolio orale in Africa e in tutto il mondo, avendo dedicato quasi 4 miliardi di dollari a tali sforzi entro la fine del 2018.

 

L’OMS avverte che «il rischio di un’ulteriore diffusione della polio derivata dal vaccino in Africa centrale e nel Corno d’Africa»

Come discusso a Forbes nel maggio 2019, Gates ha «guidato personalmente lo sviluppo» di nuovi vaccini antipolio orali e svolge un “ruolo strategico oltre il finanziamento”.

 

Il giornalista di Forbes (che collabora con Gates sulle iniziative contro la polio) afferma:

 

«Il lavoro sul vaccino [polio] cambia la direzione della luce su Gates e la Fondazione, spostando il punto di vista da filantropo a imprenditore sociale. La Fondazione… non è solo un’organizzazione che concede sovvenzioni, ma anche un motore di innovazione».

La Gates Foundation è uno dei principali finanziatori della vaccinazione antipolio orale in Africa e in tutto il mondo, avendo dedicato quasi 4 miliardi di dollari a tali sforzi entro la fine del 2018

 

Chiaramente, il risultato di queste “innovazioni” – centinaia di nuovi casi di poliomielite all’anno – merita uno sguardo più attento.

 

 

Il Team di Children’s Health Defense.

 

 

© 3 settembre 2020, Children’s Health Defense, Inc. Questo articolo è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, Inc. Vuoi saperne di più dalla Difesa della salute dei bambini? Iscriviti per ricevere gratuitamente notizie e aggiornamenti da Robert F. Kennedy, Jr. e la Difesa della salute dei bambini. La tua donazione ci aiuterà a supportare gli sforzi di CHD.

 

 

 

Immagine di CDC Global via Flickr pubblicata su licenza Creative Commons Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)